Diagnostica per immagini, il dottor Fabio Loreti è il nuovo direttore di dipartimento

14/06/2022

Il dottor Fabio Loreti è il nuovo direttore del dipartimento di diagnostica per immagini e Radiologia terapeutica e interventistica del Santa Maria. La direzione generale dell’Azienda Ospedaliera di Terni oggi ha infatti sottoscritto la delibera con l’assegnazione del nuovo incarico, dopo che il dottor Giovanni Passalacqua ha lasciato il servizio per raggiunti limiti lavorativi.

“Accolgo con soddisfazione e orgoglio – spiega il dottor Loreti – il prestigioso incarico di Direttore del Dipartimento di Diagnostica per Immagini che mi è stato conferito dall’Azienda, nella quale ho speso gran parte della mia vita lavorativa ricoprendo, nel tempo, tutti gli incarichi, dalla base dirigenziale fino al livello apicale. Cercherò di continuare il lavoro del mio predecessore, il dottor Passalacqua, al quale rivolgo il mio ringraziamento per i preziosi consigli e insegnamenti che mi ha trasferito negli anni della sua direzione. Il Dipartimento di Diagnostica per Immagini riveste un ruolo fondamentale nell’inquadramento diagnostico e terapeutico dei pazienti che afferiscono alla nostra struttura ospedaliera, garantendo livelli di prestazioni molto elevati sia in termini numerici che di complessità delle procedure. È una struttura trasversale con la quale collaborano figure sanitarie di diversa estrazione, comprendenti la quasi totalità delle specialità presenti in azienda in ambito multidisciplinare ed è, inoltre, in prima linea nella gestione delle emergenze. Mi impegnerò, in tutti i modi, in accordo con la Direzione, a valorizzare le competenze dei tanti professionisti che, con dedizione, nei loro diversi ruoli, svolgono la loro attività nel Dipartimento. Trasferirò l’impegno e l’entusiasmo con il quale ho diretto la Struttura Complessa di Medicina Nucleare ed il Centro PET, tenendo conto che il futuro che abbiamo delineato con la Direzione Aziendale è quello del continuo adeguamento tecnologico e strutturale del Dipartimento che, sono sicuro, sarà sempre al passo con le nuove sfide diagnostiche e terapeutiche che ci accingiamo ad affrontare nel prossimo futuro”.

Foto-02 2105

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
20/06/2022
Queste informazioni ti sono state d'aiuto?
Si No