Com'è organizzata la vita al reparto

Il ricovero in ospedale, per un periodo più o meno lungo cambierà i ritmi della vostra vita,  organizzandola in modo completamente diverso da quelli di ogni giorno. Ciò riguarda gli orari del sonno e della veglia, quelli dei pasti, le persone che si occuperanno delle vostre esigenze. Pur cercando di venire incontro ai vostri bisogni siamo consapevoli dei disagi che tali cambiamenti possono causare. Ci scusiamo per eventuali problemi pregandovi da segnalarli al personale del reparto. In questa sezione vi forniamo alcune informazioni riguardanti il personale, gli orari, i servizi offerti ai degenti.

L'ingresso al reparto

È il momento dell'accoglienza. Il personale vi fornirà le informazioni sull'organizzazione del reparto e vi assegnerà il posto letto. Se qualcosa non vi è chiaro, non esitate a chiedere, anche in momenti successivi. Il personale sarà a vostra disposizione.

Il personale del reparto

Nel reparto lavorano più figure professionali. Poiché svolgono funzioni diverse, le loro divise sono identificate da una striscia di colore diverso e da una etichetta su cui sono riportati il nome, cognome, l'unità operativa di appartenenza e la qualifica.

Direttore del reparto

Ha la responsabilità dell'organizzazione del reparto e dell'assistenza.

Medici

Coadiuvano il direttore nell'assistenza al malato da un punto di vista diagnostico e terapeutico.

Caposala

Ha la responsabilità del buon funzionamento dell'assistenza. Coordina il personale infermieristico O.S.S. ed ausiliario. Coadiuva i medici nell'organizzazione e nella gestione assistenziale del reparto. Mantiene i collegamenti con gli altri servizi di diagnosi e cura.

Infermieri

Prestano l'assistenza diretta al malato. Somministrano le terapie, si occupano dell'igiene e della cura della persona.

Operatori socio sanitari (O.S.S.)

Coadiuvano gli infermieri nell'assistenza al malato.

Ausiliari

Accompagnano i degenti negli spostamenti all'interno dell'ospedale.

Altri operatori

Nel corso del ricovero, possono contribuire all'assistenza altri operatori che operano secondo le loro specifiche aree di competenza. Essi saranno, di volta in volta, attivati dal reparto sulla base delle esigenze diagnostiche, terapeutiche ed assistenziali del malato. A questi fini il reparto si può avvalere di :

  • Tecnici sanitari;
  • Ostetriche;
  • Assistenti sociali;
  • Dietisti;
  • Logopedisti;
  • Ortottisti;
  • Fisioterapisti;
  • Psicologi;
  • Fisici;
  • Biologi;
  • Farmacisti;
  • Personale religioso;
  • Medici informazione specialistica;
  • Allievi infermieri;
  • Volontari.

Il personale amministrativo e tecnico

Si occupa di svolgere gli adempimenti amministrativi e tecnici che sono di supporto all'attività dell'ospedale, in quanto organizzazione complessa.

Quando il paziente non è autosufficiente

La richiesta di presenza di familiari o di persone di fiducia deve essere indirizzata al medico di reparto e al Capo Sala. Il medico valuta la reale necessità esprimendo l’assenso o il diniego a tale richiesta. In caso di assenso, il Capo Sala indirizza la persona interessata all’Ufficio delle Assistenti Sociali (piano terra), che rilascia il permesso da mostrare al personale interessato.

Quando il ricoverato è un bambino

La struttura permette di portare giocattoli e mette a disposizione una sala giochi e un laboratorio di animazione della lettura presso la U.O. di Pediatria. Si ricorda inoltre che durante la degenza il bambino può seguire le attività scolastiche dal momento che è funzionante una scuola primaria ospedaliera pluriclasse in cui opera un insegnante statale e personale volontario.

Pulizia

La pulizia degli ambienti è affidata a personale di una ditta esterna che opera secondo procedure definite dall’Azienda Ospedaliera.

I pasti

La produzione e distribuzione dei pasti è affidata ad una ditta esterna che opera secondo procedure definite dall’Azienda Ospedaliera. E’ possibile scegliere nell’ambito del menù presentato, qualora non siano previste diete particolari. Il personale si informerà sulle vostre preferenze.
E' meglio non integrare l'alimentazione con cibo proveniente dall'esterno per i malati che seguono diete specifiche.
I cibi provenienti dall'esterno sono sempre proibiti.

  • La colazione viene servita dalle ore 7.30 alle ore 8.30
  • Il pranzo viene servito dalle ore 12.00 alle ore 12.30
  • La cena viene servita dalle ore 18.00 alle ore 18.30

Sicurezza

L’Azienda ha attivato un sistema per la prevenzione e protezione dei lavoratori e dei pazienti secondo quanto previsto dalla legge 626/94. E’ garantita la messa in atto di procedure per la sorveglianza e la prevenzione dei rischi relativi alle principali infezioni ospedaliere.

Informazione e consenso informato

La legittimazione giuridica ad ogni trattamento medico-chirurgico si fonda sull’informazione del paziente e sull’acquisizione del relativo consenso al trattamento stesso, come disposto all’art. 32 della Costituzione della Repubblica Italiana.

Il principio del consenso costituisce il punto centrale del rapporto medico-paziente nel rispetto dei doveri del primo e dei diritti del secondo.

Una decisione libera, autonoma e consapevole del paziente non può prescindere da un’ampia informazione che comprenda, non solo lo scopo degli atti medico-chirurgici proposti, i rischi ad essi correlati ed i risultati attesi, ma anche la diagnosi, la prognosi e le eventuali altre possibilità diagnostico-terapeutiche.

L’informazione è obbligo inderogabile del medico che, oltre ad essere completa, deve essere chiara e comprensibile da parte del paziente.

Il consenso valido al trattamento medico-chirurgico è:

  • informato: secondo le modalità sopra illustrate;
  • personale: espresso dalla persona maggiorenne e capace di intendere e di volere che verrà sottoposta al trattamento;
  • esplicito: in forma scritta;
  • specifico: riguardante soltanto le procedure diagnostico-terapeutiche oggetto della preliminare informazione.

Nel caso del soggetto di età minore, il consenso deve essere espresso da chi esercita la potestà genitoriale, per il soggetto incapace di intendere e di volere da chi esercita la tutela.

Qualora il paziente non desideri comparire nell’elenco dei degenti, dovrà far presente questa esigenza al momento del ricovero e potrà indicare le persone (parenti, amici) cui desidera siano date le informazioni sul suo stato clinico.

Distribuzione farmaci (per i cittadini residenti nella regione)

Al momento della dimissione si possono ritirare gratuitamente i farmaci (di fascia A) prescritti nella lettera di dimissione. Il servizio (distribuzione farmaci) si trova al 1° seminterrato (vicino al bar).

ORARI

Lun-Ven
ore 10:00-15:00
Sab
ore 10:00-14:00
Contenuto pubblicato il 15-03-2018